Brescia la vittoria si fa ancora attendere, ma si comincia ad andare a meta

Brescia la vittoria si fa ancora attendere, ma si comincia ad andare a meta

Sotto la bufera di Castelfranco Veneto i ragazzi di Van Vuren riportano la terza sconfitta consecutiva in campionato nonostante una gara di trincea che li ha visti provare in ogni modo ad arginare un pacchetto di mischia tecnicamente e fisicamente superiore nelle fasi statiche e in touche. Le condizioni del tempo e del campo non hanno permesso alla mischia di rifornire adeguatamente la linea dei tre quarti che per quasi tutto il primo tempo non sono riusciti ad avere il possesso. Castellana passa in vantaggio al quinto del primo tempo con un calcio piazzato di Rampado e poi sarà solo diluvio, sia dal cielo che nelle azioni di martellamento della mischia di casa. I veneti marcano infatti al ventesimo con la terza centro Ciatto trasformata da Rampado per il dieci a zero. Al ventiseiesimo una lunga permanenza in area di meta besciana frutta a Castellana una meta tecnica che porta il punteggio sul diciassette a zero arrotondato allo scadere di frazione dalla meta del seconda linea Pelizzari a venti a zero. Nonostante il deciso intervento di Van Vuren nello spogliatoio a spronare i suoi una distrazione difensiva all’inizio del secondo tempo porta ancora Ciatto a marcare meta ben trasformata da Rampado. Da quel momento tuttavia qualcosa cambia nella mentalità dei bresciani che complice qualche cambio dalle panchine li porta a pressare con la mischia pressochè per tutto l’ultimo quarto di gioco i veneti nella loro area di meta. L’impegno dei bresciani ormai più color terra che bianco azzurro li porta purtroppo a marcare una sola meta. La prima dell’anno, firmata da Alberto Papa dopo una buona combinazione con Rizzotti. Un buon auspicio per i prossimi impegni di campionato. La partita si conclude tra gli applausi sul ventinove a sette per i padroni di casa.

 

Inserisci un commento