Serie B rugby Brescia “Accademico”

Serie B rugby Brescia “Accademico”

 

 

Esame ‘universitario’ brillantemente superato per un Brescia Rugby che non solo porta a casa la vittoria con Cus Padova ma supera la squadra veneta in classifica di un punto sorpassandola in classifica. Eppure il pomeriggio dei ragazzi di  Van Vuren non era iniziato nel migliore dei modi, infatti  sono stati proprio i Patavini a muovere il risultato andando  per primi la meta complice una distrazione difensiva biancoazzurra.  Ma Brescia non si abbatte  e inizia la riscossa insediandosi nella metà campo avversaria costringendo il Padova ad una difesa che  grazie ad una azione alla mano di tutta la linea arretrata , cede concedendo la meta  a  Roberto Quaggiotti ;  con la  trasformazione  di Piscitelli il Brescia passa in vantaggio.

Per i venti minuti successivi è pura battaglia di muscoli e di nervi con le due squadre che sembrano equivalersi ma l’equilibrio è interrotto al 37′  quando Brescia   dopo una lunga e insistita azione biancoazzurra nei ventidue veneti  costringe il  fallo gli avversari: calcio di punizione trasformato da Piscitelli  e risultato che si porta sul 10-5 con cui termina anche il primo tempo

Pausa rigeneratrice e Brescia che alla ripartenza parte forte e già  al 7′ crea   il  break pesante grazie a  Nicola Rizzotti che trova un varco all’altezza dei  ventidue, buca l’intera difesa avversaria e andando i meta  in mezzo ai pali: la trasformazione di  Piscitelli apre un divario importante (17-5)  che i Padovani  cercheranno di colmare con  un tentativo di reazione che frutterà solo una  punizione  per il 17-8  ma nulla vale contro il ruggente ritorno dei nostri ragazzi  che al 20′  muovono nuovamente il pallottoliere con una grande azione disegnata dal duo Piscitelli/ Rizzotti  che lanciano in  meta  Baronchelli d per il 24 -8 .

Punteggio che lascierebbe tranquilli   ma i veneti non hanno intenzione di deporre le armi e si buttano anima e corpo alla ricerca almeno del punto di bonus schiacciando Brescia per dieci lunghi minuti sui cinque metri difensivi. Una difesa bresciana al limite dell’eroico che non cede e toglie al Cus  la parziale soddisfazione del punto bonus: il fischio finale di Pellegrino è davvero liberatorio.

Man of the match Thomas Piscitelli ma grande soddisfazione per le mete marcate  da tre giovanissimi  (due 1999 e un 2000) recentemente usciti dalle giovanili bianco-azzurre, ulteriore soddisfazione per la nostra Società

Inserisci un commento