Prima Squadra, altra trasferta amara: Parabiago vince 40-15

Prima Squadra, altra trasferta amara: Parabiago vince 40-15

Altra trasferta amara per il Rugby Brescia, che viene sconfitto 40-15 sul campo del Rugby Parabiago, nel match valido per l’ottava giornata del Girone 2. Campo di Parabiago dove i nostri ragazzi non sono riusciti a imporre il proprio gioco, subendo la costante pressione dei padroni di casa e commettendo alcune disattenzioni che hanno contribuito a generare l’ampio divario nel punteggio finale.

Coach Mamo sceglie il seguente XV: Albano, Baudo, Massari, Schlecht, Branca, Molinaro, Coffaro, Mikaele, Manuini, Cancro, Volta Pupilli, Maggioni, Canzini, Fulciniti e Torri; coach Pisati risponde con Masgoutiere, Gustinelli, Azzini, Carilli, Zaboni, Locatelli, Gazzoli, Gandolfi, Mariani, Rossini, Daniel, Fierro, Trevisani, Zoli e Franzoni. Parabiago parte forte e costringe subito Brescia nella propria metà campo: al 6′ salvataggio in extremis della nostra difesa sulla linea di meta dopo un’azione nata da una mischia sulla linea dei 22 metri. Una situazione che si ripete anche dieci minuti più tardi, con un altro salvataggio bresciano dopo una mischia questa volta sulla linea dei 5 metri. Tra il 25′ e il 35′, però, la pressione dei padroni di casa si intensifica e porta in dote i primi punti del pomeriggio: prima con la meta di Albano trasformata da Maggioni (che poco prima aveva sbagliato un calcio di punizione), poi con quella di Schlecht (Maggioni non trova la trasformazione). Parabiago si porta così sul 12-0. I nostri ragazzi si risvegliano da un primo tempo in sordina e trovano il modo di ridurre le distanze con una bella azione corale, che consente a Gustinelli di andare in meta (purtroppo non trasformata da Azzini) al minuto 37. E sul 12-5 Parabiago si va al riposo.

Il secondo tempo si apre sulla falsariga della parte finale del primo, con Brescia a condurre le danze e a trovare la seconda meta del pomeriggio: al 4′ è una bellissima azione di Kaikacishvili ad aprire la strada alla meta di Gazzoli, che purtroppo non viene trasformata da Azzini. Parabiago, avanti 12-10, fiuta il pericolo e torna a premere sull’acceleratore, trovando prima al minuto 8 la meta di Mikaele (non trasformata) che riporta i padroni di casa avanti di sette lunghezze (17-10), poi il calcio di punizione realizzato da Maggioni per il nuovo +10 (20-10). Ma, ironia della sorte, è ancora il 24′ a essere fatale al Rugby Brescia, visto che Parabiago tra il 24′ e il 27′ piazza altre due mete che in pratica chiudono la contesa: la prima realizzata da Colombo e trasformata da Maggioni, la seconda da Cancro con Maggioni che stavolta non trova i pali. I padroni di casa volano sul 32-10, prima di incrementare ancora sul 35-10 con il calcio dello stesso Maggioni e sul 40-10 con la meta di Baudo (non trasformata). Da una meta all’altra, quella di Gandolfi per il Rugby Brescia sul filo di lana serve purtroppo solo a fissare il risultato finale: Parabiago si impone 40-15 e conquista cinque punti, non lasciando nulla ai nostri ragazzi, ora attesi domenica prossima dall’ultimo match del 2017 in casa contro Noceto.

Davide Antonioli

Inserisci un commento