Rugby Brescia, dal paradiso all’inferno in dieci minuti: Colorno vince 24-15

Rugby Brescia, dal paradiso all’inferno in dieci minuti: Colorno vince 24-15

Non sappiamo, ovviamente, come finirà il Poule Promozione del Rugby Brescia, ma sappiamo che se alla fine del torneo ci sarà da recriminare per qualche punto perso per strada la nostra mente correrà sicuramente alla trasferta sul campo del Rugby Colorno di questo pomeriggio. I nostri ragazzi, infatti, sono usciti sconfitti 24-15 dallo Stadio Meini, lasciando in terra emiliana il punto di bonus difensivo, dopo aver tenuto il risultato in equilibrio per quasi tutta la gara e soprattutto dopo essere passati in vantaggio (15-14) con il calcio piazzato di Carilli al 70′. Poi, però, una meta tecnica e due calci di Mornas consentivano a Colorno di ribaltare completamente la situazione e di portare a casa la vittoria. Di seguito la cronaca del match.

Coach Sinclair in campo con Bronzini, Balocchi, Pace, Edoardo Scalvi, Terzi, Mornas, Boccarossa, Filippo Scalvi, Barbieri, Mannuini, Da Lisca, Benchea, Gilding, Baruffaldi, Goegan; coach Pisati risponde con Masgoutiere, Secchi Villa, Locatelli, Carillli, Bianchini, Antl, Gazzoli, Bellandi, Rossini, Jacotti, Reboldi, Fierro, Trevisani, Zoli e Aluigi. Le due squadre sembrano non avvertire la tensione e mettono immediatamente in campo grande determinazione e voglia di spaccare il mondo. Che per Brescia si traducono nella prima meta del pomeriggio: al 12′ up and under di Masgoutiere, che serve poi Reboldi in progressione verso la terra promessa, con Carilli che trasforma il 7-0. Ma Colorno non rimane a guardare e al 16′ impatta il punteggio grazie alla meta di Balocchi trasformata da Mornas. Si arriva così alla metà della prima frazione di gioco e allo Stadio Meini la situazione rimane invariata, con due squadre molto attente, anche se coach Pisati può “recriminare” per qualche errore di troppo dei suoi. Come quello di Carilli, che al minuto 34 non manda a segno il calcio piazzato del possibile nuovo vantaggio bresciano. Fortuna che anche Mornas abbia il “piede freddo” e non realizzi, cinque minuti più tardi, un calcio di punizione. I primi 40′ si chiudono così sul risultato di 7-7.

Subito un volto nuovo per Pisati, che manda in campo Nicola Pedrazzani al posto di Alessandro Rossini. I nostri avrebbero l’opportunità di rimettere la testa avanti al 7′, ma il calcio di Carilli non trova i pali. Poco dopo altri due cambi, con Marco Bonari e Mattia Franzoni a rilevare rispettivamente Mattia Locatelli e Leonardo Fierro. Dieci minuti del secondo tempo in archivio, con il match che prosegue all’insegna del grande equilibrio. Rotto al 12′ dal gaucho Diego Antl, che dopo una touche perfetta si invola verso la meta, non trasformata da Carilli: 12-7 Brescia. Ma i padroni di casa rispondono subito, con gli interessi, visto che prima impattano con la meta su maul, poi allungano sul 14-12 con la trasformazione di Mornas. Pisati cerca forze fresche e si affida a Giovanni Gandolfi per Emanuele Bellandi e a Daniele Romano per Paolo Trevisani. Siamo a metà del secondo tempo, fase cruciale del match. E allora Francesco Carilli cerca e trova il riscatto con il calcio di punizione del nuovo sorpasso  bresciano: 15-14 per noi al 30′ della ripresa, minuto in cui Thomas Ball fa il suo ingresso in campo al posto di Giacomo Zoli. La tensione è massima. Mornas prova a spazzarla via con un calcio piazzato al 34′, ma il suo tiro non trova i pali bresciani. Il numero 10 in maglia nera, però, si riscatta tre minuti più tardi, firmando il controsorpasso sul 17-15. Miranda per Masgoutiere a due dalla fine, con i nostri che cercano il tutto per tutto. Ma la beffa è dietro l’angolo: meta tecnica dei padroni di casa al 39′, trasformata da Mornas, per il 24-15, con il punto di bonus difensivo che vola via con un colpo di vento. Colorno vince e porta a casa quattro punti, Brescia non può far altro che mangiarsi le mani per un ko maturato nelle battute finali del match e per quel punto che avrebbe fatto sicuramente comodo. E domenica prossima allo Stadio Invernici arriva Padova, capolista imbattuta.

Colorno (PR), Stadio “Maini”
HBS Colorno v Jr. Rugby Brescia 24 – 15 (7-7)

Marcatori: p.t. 12’ m. Reboldi, tr. Carilli (0-7), 16’ m. Balocchi, tr. Mornas (7-7); s.t. 51’ m. Antl (7-12), 58’ m. Da Lisca, tr. Mornas (14-12), 70’ cp Carilli (14-15), 77’ cp Mornas (17-15), 79 m. tec Colorno, tr. Bronzini (24-15)

HBS Colorno: Bronzini, Balocchi (56’ Castagnoli), Pace (cap) (55’ Ceresini), E.Scalvi, Terzi, Mornas, Boccarossa (70’ Righi Riva), F.Scalvi, Barbieri, Manuini (52’ Modoni), Da Lisca (66’ Birchall), Benchea, Gilding (70’ Tripodi), Baruffaldi (66’ Buondonno), Goegan (52’ Datola). All. Sinclair

Junior Rugby Brescia: Masgoutiere, Secchi Villa, Locatelli (51’ Miranda), Carilli, Bianchini, Antl (63’ Bonari), Gazzoli (78’ Festa), Bellandi (60’ Gandolfi), Rossini (41’ Pedrazzani), Jacotti (cap), Reboldi, Fierro (51’ Franzoni), Trevisani (60’ Romano), Zoli (71’ Ball), Aluigi. All. Pisati

Arb. Federico Meconi (Roma)

Calciatori: Mornas drop 0 su 1, 3 su 5 (7 pt), Bronzini 1 su 1 (2 pt), Carilli 2 su 5 (5 pt.)

Note: pomeriggio soleggiato, campo in ottime condizioni, 18°circa, 400 spettatori.
Punti conquistati in classifica: HBS Colorno 4; Rugby Brescia 0.

Man of the match
: F. Scalvi (HBS Colorno)

Davide Antonioli

Inserisci un commento