Rugby Brescia un’occasione sprecata contro I medicei

All’Invernici un Rugby Brescia dai due volti viene superato dai Medicei nella seconda giornata della poule promozione; è stato un match che poteva rappresentare  il rilancio in classifica dopo  Recco invece si è sprecata una grande occasione vista l’entità degli ospiti, apparsi poca cosa, ma bravi a costruire quel gruzzolo di punti che i nostri non sono più stati in grado di recuperare nonostante i rush finale ,.

Avvio del match con un sostanziale predominio degli ospiti che si installano nella metà campo del Brescia, al 4′ dopo una sere di mischie I Medicei avrebbero l’occasione per aprire le marcature ma Biancaniello sbaglia da posizione facile. Segue una fase interlocutoria con vari cambi di fronte che portano ad un  nulla di fatto;  il Brescia nonostante il problemone in prima linea si difende egregiamente costringendo all’errore i Gigliati che crollano in mischia chiusa; da segnalare un paio di sviste dell’arbitro che non vede alcuni macroscopici errori del Firenze, ma tanté si prosegue fino al 12′ quando gli ospiti rompono il ghiaccio ed in seguito di una  prolungata ed articolata azione nei nostri “22”, bucano con Civetta segnando la prima meta del match trasformata da Biancaniello.
Ripartenza  con Brescia che avanza grazie al lavoro dei primi 8 uomini che affrontano a viso duro gli avversari costringendoli a crollare in mischia ed infatti a seguito di un calcio di punizione a nostro favore si va in touche, dalla quale si sviluppa un azione alla mano, buco di  Antl che si invola  verso la meta ma lo scarso sostegno dei compagni  consentono il  recupero dei Toscani che commettono però fallo, l’arbitro fischia un calcio di punizione che Piscitelli  realizza per il  3-7.
Al 20′ azione multifase del Brescia in avanzamento con ruck e giocate alla mano dei trequarti che si conclude sotto i pali dei Medicei  che nuovamente commetton fallo per un placcaggio non rilasciato: cartellino giallo per il nr.15 dei Toscani e calcio di punizione clamorosamente sprecato da Piscitelli.    Nell’ultimo quarto, Brescia guadagna spazi  aggredendo, placca il placabile, la mischia continua nella performance di rendere la vita difficile ai Toscani che commettono parecchi errori; al 32′ ottimo calcio a seguire di Antl che guadagna la linea dei 5  metri, i difensori nel cercare di sottrarsi dalla pressione dei nostri commettono fallo; punizione battuta veloce (ma perchè???) e ci si infogna contro la difesa per un nulla di fatto.
Dopo una serie di capovolgimenti di fronte inconcludenti, sul fil di serena del primo tempo, fallo di ostruzionismo di Antl con conseguente cartellino giallo con l’arbitro, per l’occasione estremamente fiscale; fine primo tempo sul 3-7

Alla ripartenza Brescia si smarrisce concedendo inaspettate regalie ai Medicei che fino all’ora erano sembrati assolutamente abbordabili e con idee di gioco molto confuse, fatto sta che iniziamo concedendo un penalty trasformato da Biancaniello per il 3-10, si prosegue successivamente in una confusa azione a centro campo  con il nostro Mattia Romano  che  grazie a un placcaggio  “in ritardo” al nr 10 dei Medicei, si becca il giallo:  risultato Brescia in 13 sul prato e penalty trasformato nuovamente da Biancaniello per il 3-13.

Al 50′  la festa degli orrori prosegue con una delle peggiori azioni della partita, quando il Brescia  imposta un inguardabile calcetto a seguire direttamente nelle mani Toscane che rilanciano sul out sinistro; calcio in attacco sbagliato, pallone recuperato da Pinzin che a sua volta si fa rubare “l’ovale”,  nuovo rilancio dei Toscani che si inventano una delle peggiori giocate “alla mano”, ma che comunque termina in meta con il nr.11  Citi per il 3-18.
Ma ahìnoi non finisce qui, ciliegina sulla torta al 55′ quando Cavalleri  recupera un calcio in difesa contrattaccando con un  “calcetto a seguire”,  palla agli avversari che con una serie di passaggi si involavano in meta al centro dei pali con Morsellino, Biancaniello trasforma per il 3-25.
Siamo al  10′ del secondo tempo e da questo momento finisce la festa degli errori, il Brescia svogliato ed inguardabile esce dal campo ed entra il “fratello  gemello” che da questo momento gestisce in modo assoluto il match, attaccando i Medicei su tutto il campo, rientra in partita e quasi consuma la vendetta  rischiando anche di ribaltare il risultato. Si inizia al 12′ con una spettacolare serpentina di Mambretti che si beve mezza difesa e si invola verso l’angolo di destra venendo  fermato a pochi centimetri dalla linea di meta; al 15′ dopo una serie  di ruck e touche in attacco, giocata alla mano dei tre quarti e  scatto finale di Secchi-VIlla che però viene buttato fuori sull’out di sinistra; al 22′ giocata da manuale con Antl che batte una “veloce” sulla metà campo, salto del 1^centro, palla a Piscitelli che apre per la volata di Secchi-Villa che si invola splendidamente sulla linea sinistra planando in meta nonostante un paio di placcaggi e portando il risultato sul 8-25.

Tempo di una furtiva apparizione degli ospiti nella nostra metà campo ed al 25′ altra azione da ricordare giocata su 7 fasi consecutive:  touche veloce vinta nei nostri 22 metri, giocata alla mano della linea veloce con  Secchi-Villa che si invola fino alla metà campo, ruck di assestamento, apertura del gioco su Antl,  appoggio su  Piscitelli che entra in profondità fino ai 5 metri,  apertura  per i trequarti con meta finale di Miranda sulla  destra che ci porta sul 13-25.
Brescia in assoluto controllo del match con I Medicei letteralmente “spariti” e non in grado di contrastare le azioni dei nostri, in questa fase del match sono da segnalare le new entry Gandolfi che da flanker si fa notare per una serie di placcaggi tagliagambe e di Gazzoli che con il nr.9  garantisce una maggiore velocità intorno al pack.
E si arriva al rush finale con continui attacchi del Brescia che non  giungono a buon fine, ma al 38′ con I Medicei completamente nel pallone:  mischia nei “22” a favore dei nostri ragazzi, crollo volontario della prima linea Ospite, calcio di punizione che Antl batte veloce incrocio con Secchi-Villa che si invola in mezzo ai pali per la sua seconda meta, Piscitelli trasforma per il 20-25 finale.
Peccato!!!!! comunque onore ai vincitori  ma fa rabbia aver sprecato un occasione, perchè con una maggiore attenzione e lucidità nella fase iniziale del secondo tempo, si sarebbe evitato  il divario di punti che ha decretato la vittoria finale dei Medicei, squadra apparsa assolutamente abbordabile e non insuperabile.
“Man of the match” ai primi 3 uomini in prima linea (Franzoni, Pinzin Daniele Romano) che hanno fugando i dubbi di inizio partita resistendo per l’intero match senza possibilità di cambi.
Ora pausa di quindici giorni per il “6 Nazioni” e ritorno in campo il 21 Febbraio in Abruzzo contro il Gransasso

 

Giornale di Brescia 1.2.16

Giornale di Brescia 1.2.16

BresciaOggi 1.2.16

BresciaOggi 1.2.16

Inserisci un commento