Rugby Brescia si riscatta con la capolista

“Dalle stelle alle stalle e ritorno” sembra un titolo da film, in realtà sono la migliore descrizione per raccontare i 7 giorni più difficili del rugby Brescia di questo campionato. Dopo la bastonata contro l’Accademia Fir i nostri dovevano ritrovarsi e ricostruire un immagine e recuperare quel credito che troppo facilmente gli Accademici avevano usurpato; troppo brutta per essere verala squadra di domenica scorsa, troppo bella ieri contro il Recco, da stropicciarsi gli occhi: ed è stata festa alla fine e per noi poveri romantici del rugby Bresciano dei piani bassi, anche un po di commozione.

Come profeticamente avevamo scritto, i ragazzi in settimana avevano fatto di tutto per preparare a dovere il match, doveva essere  un campo minato per affondare la Corazzata Recco, squadra che ormai è abituata ad  occupare i piani altri della categoria e capace  in questa fase di  rifilare sberle a destra e manca. Ed è stata la partita del riscatto,  il Brescia ha saputo mettere in scesa un opera d’arte, superando con ampio margine la Capolista che forse pensava di trovarsi di fronte una squadra dimessa.

Inizio del match con totale controllo dei Squali Liguri che provano ad affondare subito i denti alla gola dei Leoni Bresciani: 3 mischie e tre penalty: qualcuno sulle tribune vede riapparire gli spettri della sconfitta predestinata ma subiamo solo 3 punti dal solido  Agniel. A meta del primo tempo il Brescia inizia a guadagnare spazio e a togliere aria al Recco che perde un pò di lucidità tanto che il direttore d’orchesta Jacotti prende per mano  i compagni e si butta contro la difesa trovando spazi inaspettati che consentono al 32 a Reboldi di segnare la prima meta al termine di un azione multifase

Seguono i 10 minuti più intensi del match con Recco che subisce pesantemente i molteplici attacchi del Brescia,  beccandosi  altre 2 mete: la prima da Piscitelli bravo a seguire le linee estreme di Antl, la seconda con il capitano Jacotti bravo a sfondare l’ultima linea di difesa degli ospiti: 21 a 3 !!!

Secondo tempo con Recco che cerca di riportarsi in corsa utilizando i servizi dei primi 8 uomini bravi ad avanzare in meta al 7′ con una profonda rouling maul e toccato finale di Ciotoli  ed al 27′ con medesima situazione che porta in meta Corbetta. Brescia non molla e mantiene le distanza con i penalty trasformati da Piscitelli e Pastormerlo ed allunga nuovamente al 40′ con una azione al largo con strepitosa accellerazione di Pagano  sull’out e passaggio finale nuovamente per la meta dinale  Reboldi

Finale 32-15 strepitoso!!!!  da segnalare il “Man of the Match” di giornata assegnato  a Giovanni  Gandolfi

 

GIORNALE DI BRESCIA 21.3.2016

GIORNALE DI BRESCIA 21.3.2016

BRESCIAOGGI 21.3.2016

BRESCIAOGGI 21.3.2016

Inserisci un commento